L’ora del Bilancio (di Missione)

È in uscita la nuova edizione del Bilancio di Missione EDUCatt, riferita al 2018: la rendicontazione periodica che la Fondazione mette a disposizione del suo pubblico di riferimento, in particolare gli studenti dell’Università Cattolica e le loro famiglie, quet’anno spinge la valutazione verso una nuova modalità di interpretazione dei dati per fornire anche degli strumenti di indagine sull’impatto dei servizi sulla comunità universitaria.

Attraverso questo strumento, che quest’anno compie dieci anni dalla sua prima pubblicazione, la Fondazione vuole raccontare il suo impegno nelle attività rivolte alla comunità universitaria e nel contributo offerto al progetto educativo dell’Università Cattolica, e rendere noto il suo impatto a livello economico, sociale, ambientale e di governance. Essere consapevoli degli impatti generati sui beneficiari dei servizi permette infatti di stabilire in modo più dettagliato gli obiettivi strategici tramite uno sfruttamento adeguato delle risorse a disposizione.
In questa edizione il Bilancio di Missione ha avuto come obiettivo non solo la trasparenza, ma anche più specificamente la costruzione di una Matrice di Materialità, che consiste nell’identificazione degli ambiti di rendicontazione più rilevanti per EDUCatt e per i suoi stakeholder, l’ampliamento delle informazioni qualitative e quantitative sugli aspetti principali, e infine una ancora più netta adesione agli Standard GRI (Global Reporting Initiative).

Accompagnato dal Budget, che è uno strumento prospettico proiettato nel futuro di tipo operativo, il Bilancio dunque costituisce il primo passaggio di un percorso che prevede successivamente la Misurazione di impatto sociale (Report di impatto 2018-2019), che si pone l’obiettivo di farsi riconoscere dagli stakeholder (fondatori, istituzioni erogatrici, soggetti beneficiari), per arrivare infine a un vero e proprio Modello di simulazione, basato su un Tool di sviluppo dedicato alla programmazione delle azioni future e all’identificazione delle linee strategiche.
La novità più importante rispetto alle edizioni degli scorsi anni è proprio la Misurazione di impatto sociale, elaborata con la collaborazione e il supporto di ALTIS, l’alta Scuola Impresa e Società dell’Università Cattolica: una indagine volta a descrivere il cambiamento che l’attività della Fondazione ha prodotto nei principali stakeholder, soprattutto gli studenti beneficiari dei servizi offerti: in questo caso il Report intende misurare i cambiamenti sia in ambito personale, come per esempio il miglioramento della qualità della vita o l’aumento delle prospettive di studio, sia in ambito sociale e relazionale, come nel caso dell’aumento delle connessioni personali e professionali.
La Misurazione di impatto permette quindi di passare da una logica di rendicontazione di breve periodo, che è materia specifica del Bilancio di Missione, a una logica di valutazione di lungo periodo, fondamentale anche per definire le strategie future.
L’impegno della Fondazione in questo ambito tra l’altro è oggetto dell’evento Generare impatto sociale: nuovi modelli di finanziamento e impact investing tra pubblico e privato, organizzato da EDUCatt con la collaborazione di ALTIS per il 24 ottobre 2019: lì si parlerà di un nuovo modello di intervento nell’ambito del diritto allo studio costruito con il contributo del progetto internazionale SHIFT, reso possibile grazie ai fondi del programma Erasmus+ della Commissione Europea (Per registrarsi e conoscere i dettagli del programma è sufficiente cliccare qui).

I dati raccolti nel Bilancio di Missione cercano di raccontare, in numeri, ciò che EDUCatt ha fatto per la comunità universitaria nell’ultimo anno: 11.180.826 euro in Borse di studio e premi, con 3.435 studenti sostenuti economicamente in sinergia con l’Università Cattolica del Sacro Cuore e l’Istituto Toniolo di Studi Superiori, 27.047 libri ditribuiti, le 23.964 prestazioni sanitarie e 708 prestazioni psicologiche ma anche il risparmio di 7,2 tonnellate di plastica attraverso le iniziative free refill nelle strutture di ristorazione o la riduzione continua dei residui nelle mense (attualmente a una media del 10,2, in continua discesa) sono alcuni dei numeri importanti generati, ma sono anche i segnali-spia che rendono in qualche modo comcreto lo sforzo di tutti i lavoratori della Fondazione nell’erogazione dei servizi. A breve il documento pubblico del Bilancio di Missione, già oggi consultabile nell’apposita area web di approfondimento, sarà completato dal Report di impatto che racconterà anche il processo di valutazione delle azioni della Fondazione attraverso il giudizio di chi ha utilizzato, più o meno a lungo, i suoi servizi.

Per informazioni e per richiedere una copia del Bilancio di Missione 2018:
web: www.educatt.it/bilanciodimissione
e-mail: contatti e feedback: bilanciodimissione@educatt.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *