Condivisione, supporto e comunicazione: la tre giorni di Bocca di Magra

I Collegi in Campus per una vita piena: un appuntamento per confrontarsi e analizzare le necessità e i mezzi per rendere sempre migliore l’esperienza dei collegiali. E da qui anche l’idea di una edizione speciale della “Christus vivit”, l’Esortazione apostolica di papa Francesco, da distribuire a tutta la popolazione universitaria.

Essere a servizio e supporto del progetto educativo dell’Università Cattolica del Sacro Cuore ha in sé l’importante compito, per chi opera a diretto contatto con studenti e studentesse, di raccontare, rendicontare e mettere a confronto quanto si fa, in un’ottica di crescita e formazione costante. A questo rispondono occasioni di incontro come la tre giorni delle Direzioni dei Collegi in Campus, svoltasi nel Monastero Santa Croce a Bocca di Magra (La Spezia) tra il 13 e il 15 settembre 2019.

L’appuntamento ha visto la partecipazione delle Direzioni dei Collegi, degli assistenti pastorali, di EDUCatt e di una serie di figure professionali dell’Università e della Fondazione, accomunati dal compito di garantire a studenti e studentesse la possibilità di studiare con successo all’interno di una rete di strutture e di servizi che possano accompagnarli nel migliore dei modi attraverso il proprio percorso universitario.

Tre giornate scandite da tre tematiche: Condividere, Accompagnare e supportare, Collaborare e comunicare. Gli eventi, organizzati da monsignor Claudio Giuliodori, da Angelo Giornelli, da Antonella Sciarrone Alibrandi e dal professor Pierpaolo Triani, hanno consentito, in un primo momento, di raccontarsi e condividere quanto è stato svolto e quanto è in progetto, per mettere a fattor comune le esperienze di tutti. La seconda giornata si è focalizzata, tramite le figure del professor Vittorio Cigoli e dello psicologo di Piacenza Giulio Costa, sui colloqui con gli studenti: momenti di accompagnamento, in cui provare a leggere i bisogni e le fragilità di chi si ha davanti. A seguire, un momento di lavoro e confronto, con la guida di Antonella Semerano, pedagogista dell’équipe del professor Luigi d’Alonzo e referente del servizio “Gestione carriera e servizi agli studenti”, sul Progetto supporto agli studenti con disabilità. Durante la terza giornata è stato affrontato l’argomento dell’intercollegialità e i modi in cui applicarla e viverla all’interno dei vari campus dell’Università Cattolica; infine, insieme ai membri dell’Ufficio Comunicazione dell’Università Cattolica, ai referenti ALTIS e EDUCatt, si è parlato di come la comunicazione diviene supporto prezioso per le iniziative dei Collegi e di come strumenti comunicativi come i Bilanci di Missione siano di grande efficacia per rendicontare quanto si riesce a fare e quanto ci si propone di fare durante gli anni.

In un clima di grande cordialità e positività, dove non sono mancati momenti condivisi come la cena conviviale all’interno dell’oratorio di Lerici, si è conclusa questa esperienza dalla formula vincente, in cui tutti i partecipanti hanno raccolto la sfida manifestando, nei risultati e nel modo di vivere la tre giorni a Bocca di Magra, di essere disposti a sostenere, promuovere e contribuire al progetto educativo dell’Università Cattolica del Sacro Cuore con sempre maggiore costanza e attenzione.
Tra l’altro, grazie alla sollecitazione di mons. Giuliori, da qui è nata l’idea di rendere disponibile per la comunità universitaria il testo della Christus vivit, l’Esortazione Apostolica postsinodale di papa Francesco, firmata il 25 marzo 2019 nella Santa Casa di Loreto e indirizzata «ai giovani e a tutto il popolo di Dio», in cui il Papa spiega di essersi lasciato «ispirare dalla ricchezza delle riflessioni e dei dialoghi del Sinodo» dei giovani, celebrato in Vaticano nell’ottobre 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *