Tempo di Natale in Collegio

Il periodo di Natale nei collegi dell’Università Cattolica è ricco di momenti di riflessione, divertimento, raccoglimento e solidarietà verso chi ha più bisogno.

Il mese di dicembre porta con sé un’atmosfera particolare, carica di voglia di condividere e vivere assieme ai propri cari un periodo di attesa e felicità, quello che porta al Natale. Un’aria più frizzante – e non solo per il freddo pungente – si respira anche all’interno dei Collegi dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, i cui ambienti si animano delle più varie attività natalizie: stare insieme, trascorrere momenti ricchi di significato, divertirsi ma anche rivolgere un pensiero e un’attenzione in più a chi ha bisogno di una mano.

Anzitutto non mancano occasioni per iniziare a vivere al meglio e prepararsi al tempo dell’Avvento, grazie al ricco calendario di appuntamenti organizzati dalla Commissione liturgica: dagli esercizi spirituali presso la basilica di Sant’Ambrogio ai vespri, i rosari e le Sante Messe distribuiti tra la fine di novembre e l’inizio di dicembre, tra i collegiali di tutte le sedi si viene a creare un clima di attesa e riflessione in preparazione al Santo Natale. I ragazzi del Collegio Augustinianum hanno inoltre preso parte a un ritiro spirituale a Verona per ripercorrere i passi e l’opera di San Giovanni Calabria.

A dicembre i Collegi non si lasciano scappare l’occasione per ritrovarsi e festeggiare il Natale in convivialità e allegria. Ad aprire le danze è il Collegio San Luca-Barelli, con la serata natalizia San Luca’s Got Talent, seguita dalla festa di Natale del 5 dicembre del Collegio Marianum e da quella del 6 dicembre del Collegio Sant’Isidoro (una tombolata e Christmas party presso “Il Fienile” Residenza Gasparini, a tema All I want for Christmas is you e dress code ovviamente rosso) e, il 12 dicembre, dalla Festa di Natale del Collegio Paolo VI (con la celebrazione della Santa Messa, lo scambio di regali e uno spettacolo natalizio realizzato dalle matricole). Largo poi al talento a Roma, il 10 dicembre, durante il concerto natalizio più famoso e atteso del Campus, la Panendorata organizzata dal COI (Consiglio Organizzativo Intercollegiale), occasione imperdibile per scambiarsi gli auguri e scaldare le corde vocali. La prima domenica di dicembre, come ogni anno, i collegiali del San Damiano si adoperano per fare l’albero di Natale e il presepe (oltre che una bella scorpacciata di cornetti e cioccolata calda preparata da loro); la tradizione prosegue poi l’11 dicembre con la classica cena di Natale in una delle mense universitarie (organizzata in collaborazione con EDUCatt), per trascorrere assieme un momento di festa “in famiglia”.

Le ragazze del Collegio Paolo VI durante la Festa di Natale.

Ed è anche condividendo la tavola con chi ha più bisogno che i ragazzi dei Collegi dell’Università Cattolica del Sacro Cuore scelgono di allietare le giornate di persone che si trovano in situazioni di sofferenza e criticità. Domenica 1° dicembre, presso la Mensa Caritas Giovanni XXIII (Roma), si è svolta la prima giornata di volontariato cui ha preso parte il Collegio San Luca-Barelli, affiancata dalle attività di preparazione di decorazioni natalizie assieme ai pazienti del reparto di Radioterapia del Policlinico Gemelli a cura del gruppo di volontariato “Le Sanluchine”; i Collegi di Milano partecipano alla festa di beneficenza della Commissione Solidarietà il 9 dicembre, mentre nello stesso giorno i Collegi romani San Damiano e Ker Maria collaborano con EDUCatt e con la Comunità Sant’Egidio nell’organizzazione e nello svolgimento della Cena Solidale offerta per regalare ai meno fortunati una serata che abbia in sé lo spirito del Natale. Non mancano tombolate e riffe natalizie: il Collegio Sant’Isidoro destinerà i fondi raccolti dalla vendita delle cartelle alla ONG Bright Vision Hope Village and Community Development, mentre il Collegio San Damiano organizza annualmente una riffa a sostegno del Fondo Carità della Fondazione Policlinico Universitario IRCCS; quest’anno alcuni premi di questa riffa (la cui estrazione finale ha avuto svolgimento durante la Cena di Natale dell’11 dicembre) vengono direttamente da Casa Fogliani e dalla sua campagna Buoni a far del bene, tramite il ricavato della quale è stato possibile adottare per tutto il percorso in Cattolica ragazzi altrimenti impossibilitati a vivere a pieno l’esperienza di studio e vita universitaria.

Divertimento e allegria, ma anche altruismo, generosità e sensibilità verso chi è in difficoltà: i collegiali dell’Università Cattolica si adoperano e si attivano (ma non solo nel periodo natalizio) nel realizzare i piccoli grandi «miracoli» di cui parla Gianni Rodari nella filastrocca Lo zampognaro: «Se ci diamo una mano, i miracoli si faranno e il giorno di Natale durerà tutto l’anno».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *