Anche i tablet in eSharing: la condivisione è “mobile”

Grazie al nuovo servizio eSharing prossimamente sarà possibile chiedere in prestito anche tablet, strumenti adatti alla vita universitaria di ogni giorno.

Ispirato al principio dell’economia condivisa, secondo il quale è giusto che tutti abbiano a disposizione mezzi da utilizzare in modo responsabile nell’ottica di un risparmio comune, EDUCatt amplia il servizio eSharing, lanciato lo scorso maggio. L’iniziativa permette agli studenti, ai docenti e al personale tecnico-amministrativo di tutte le sedi dell’Università Cattolica di chiedere in prestito personal computer portatili, secondo soluzioni diverse in base alle esigenze di ciascuno.

La novità sta nell’estensione del servizio: a breve sarà possibile infatti ususfruire del prestito di iPad Pro da 10,5 pollici, pensati come strumento per gli studenti nella scrittura degli appunti, soprattutto in concomitanza con l’utilizzo di piattaforme digitali come Medialibrary online, che consente anche di accedere a un edicola digitale con più di 1.500 testate, o Pandoracampus, messa a disposizione di chi volesse scaricare gratuitamente i titoli adottati nei corsi universitari e pubblicati da “Il Mulino”, con il plus di un accompagnamento personalizzato nello studio.

I servizi in condivisione di EDUCatt si distinguono dalla tendenza tradizionale della sharing economy, diffusa capillarmente soprattutto negli ultimi anni. La Fondazione infatti si differenzia dalle altre aziende grazie all’offerta di vari vantaggi, come la possibilità di pagare solo al momento della consegna del tablet o del computer, quindi alla fine del periodo di utilizzo, non solo con carta di credito, obbligatoria invece nei sistemi di sharing più conosciuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *