Comunicare di più per comunicare meglio

Tra le numerose attività in programma per il 2021, il progetto di Coinvolgimento intersede mira a far crescere la Fondazione anche dal punto di vista dell’interazione fra settori: una sfida che proprio nell’anno dello smart working risulta necessaria per comprendere meglio le esigenze degli altri.

Tutto è comunicazione: i social, le app, i media online, il passaparola, i manifesti, le campagne promozionali.
Comunicare è letteralmente “mettere in comune“, interagire attraverso il linguaggio – verbale e non – e diffondere un messaggio.

Per un Ente come EDUCatt comunicare è fondamentale: il pubblico di riferimento principale, gli studenti dell’Università, necessita di informazioni, ausili, stimoli. Si comunica la pubblicazione di un bando di concorso, si comunica la variazione di funzionamento di un servizio, si comunica ciò che la Fondazione vuole raggiungere attraverso le proprie scelte.

Comunicare era ed è fondamentale, soprattutto oggi, soprattutto in un periodo storico come questo in cui le regole ci impongono di prendere le distanze – fisicamente – senza però mai interrompere il flusso continuo di informazioni che vengono erogate da remoto.

Per comunicare in modo efficace verso l’esterno occorre tuttavia imparare a comunicare in trasparenza all’interno; è con questo obiettivo che EDUCatt avvia il progetto di Coinvolgimento intersede, un programma di incontri mensili in cui le sedi, da Milano a Roma, si riuniscono virtualmente per condividere riflessioni, attività work in progress e calendarizzare eventi futuri.

Il progetto, nato in seno al settore Comunicazione e Promozione a seguito dei Focus Group somministrati dal LIFE Team nei mesi di aprile-luglio 2020, vuole potenziare l’interazione e lo scambio di informazioni tra le vari sedi.
Favorire le occasioni di incontro tra colleghi e responsabili delle varie sedi è auspicabile in un’ottica di maggiore coerenza e coordinazione delle attività in corso, da qui l’idea di istituire un momento informale mensile di incontro e confronto tra il settore e gli attori coinvolti a vario titolo sulle diverse sedi.

Il progetto ha quattro macro obiettivi: potenziare lo scambio di informazioni tra i diversi servizi, favorire un dialogo più continuativo e meno estemporaneo tra i settori, valorizzare l’importanza della comunicazione in una realtà in continua evoluzione e rivolta a un pubblico giovane e infine maturare e consolidare l’idea di un Ente al servizio degli studenti che non è solo di servizio.

Lavorare in sinergia e in modo strategico per la Fondazione: una partita che si disputa in quattro territori diversi accomunati da un traguardo condiviso, comunicare di più per comunicare meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *