In EDUCatt

Ristorante.9, ancora più «casa» per l’Università Cattolica

Dopo la pausa natalizia, riapre al pubblico il Ristorante di via Necchi 9 a Milano dedicato alla comunità universitaria,con un’offerta ampliata nel segno del rinnovamento della tradizione e da quest’anno a gestione diretta della Fondazione EDUCatt.

Ripensamento degli spazi disponibili, pareti tinteggiate di fresco, tovaglie e stoviglie nuove, nuovi menu giornalieri e una carta di vini e bevande selezionati con passione con la collaborazione del progetto Casa Fogliani: sono solo alcuni dei cambiamenti resi possibili nella chiusura invernale durante la quale Ristorante.9 è diventato protagonista di una trasformazione che non ne ha però stravolto l’identità originale e la natura accogliente e rilassata.
Ristorante.9 resta il luogo, accogliente ed elegante, destinato ai momenti di convivialità di docenti e pubblico dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, la cornice ideale per momenti che diventano vere e proprie occasioni di scambio e non semplice pausa pranzo, grazie anche alla professionalità e al tocco creativo dello chef Andrea Dell’Edera, la cui proposta culinaria risulta sempre moderna e attenta ai dettagli.

Tra le novità, si concretizza partire da gennaio la partnership tra l’Ente per il diritto allo studio dell’Università Cattolica e una rete con istituti di formazione professionale del territorio milanese, tra cui Accademia Formativa Martesana e Capac – Politecnico del Commercio e del Turismo, che mettono a disposizione del servizio ristorativo della Fondazione giovani studenti volenterosi. Non è la prima volta che Ristorante.9 si trasforma in cucina didattica con l’intento di educare alla buona cucina e all’importanza delle materie: proprio la felice esperienza del percorso “I Piatti per le feste”, con quattro sessioni di cooking guidate dallo chef Andrea Dell’Edera, ha portato EDUCatt a sfruttare le potenzialità di una cucina fatta di incontri, tra professionisti, aspiranti e l’intera comunità universitaria.

Questo virtuoso progetto, pensato e costruito come una rete di relazioni durature, è articolato secondo la logica del win-win, ovvero la strategia del vincere insieme, capace di mettere in comune le esigenze di tutti i partner: da una parte le realtà che erogano formazione professionale che trovano nel Ristorante.9 un luogo distinto e accogliente, con un alto standard di servizio e di clientela, dove gli studenti dei corsi di cucina e di sala possono mettersi alla prova e relazionarsi con professionisti e con situazioni reali, che accrescano la loro professionalità e la loro capacità di leggere e interpretare sia il loro ruolo che il settore lavorativo in cui hanno scelto di specializzarsi; dall’altra EDUCatt, che riscontra in questo progetto perfetto accordo con la sua mission, ma soprattutto fa del Ristorante.9 non una bella cornice per la pausa pranzo, ma un luogo di incontro con occasioni di scambio e di crescita.

La riapertura segna anche una rinnovata collaborazione con il marchio solidale di EDUCatt Casa Fogliani con alcuni prodotti di punta disponibili al tavolo, come i vini selezionati dalle aziende agricole Mocine e CVA di Canicatti, le birre artigianali “Clelia” e “Alma”, gli spiriti del Vecchio Magazzino Doganale e altri prodotti italiani di alta qualità forniti dal marchio solidale e in vendita presso il Charity Shop di Casa Fogliani – Container.9 in via Lanzone 24. 

Ristorante.9 rimane anche a disposizione per ospitare cene ed eventi che, in collaborazione con Casa Fogliani, riservano una percentuale al progetto sociale sotteso al marchio per continuare a reinvestire le marginalità in borse di studio, sostegno economico e servizi, finalizzati ad accompagnare studenti bisognosi nel loro percorso universitario.

Col passare del tempo e nonostante l’improvvisa chiusura nel 2020 dovuta alla pandemia, Ristorante.9 ha saputo rinnovarsi e offrire un ambiente ospitale e confortevole che contraddistingue le pause pranzo dei docenti e della comunità universitaria. Nuove atmosfere dunque, ma l’accoglienza e il calore restano inalterati e capaci di far sentire il suo pubblico a casa.

Per maggiori informazioni su orari e modalità di accesso visita l’area del sito dedicata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *