Attività

eSharing si rinnova con nuovi dispositivi e nuove modalità

Il crescente bisogno di dispositivi digitali da parte della comunità universitaria ha spinto EDUCatt ad ampliare e rinnovare il suo servizio eSharing. Nelle prossime settimane sarà possibile prendere in prestito nuovi strumenti informatici con un contributo ridotto e anche a breve termine.

Si rinnova e amplia il servizio eSharing di EDUCatt che la Fondazione mette a disposizione di tutti gli studenti, docenti e personale tecnico-amministrativo dell’Ateneo con l’obiettivo di fornire a tutta la comunità universitaria dispositivi digitali in prestito con un contributo ridotto o a titolo gratuito in caso di necessità.

Il parco macchine, in fase di aggiornamento, prevede pc portatili, postazioni fisse complete di monitor, tastiera e mouse, dispositivi router per la connessione wifi e iPad completi di scheda e traffico internet. I computer fissi e portatili sono provvisti dei sistemi operativi Windows 10 o Linux preinstallati, del pacchetto Open Office e della suite Microsoft Office 365 da attivare con utenza personale.

Per far richiesta di un dispositivo, che normalmente viene messo a disposizione nel giro di 24 ore, è sufficiente compilare una form online, oppure recarsi al Contaner.9 di Milano (via Lanzone 24). Per le altre sedi è possibile compilare il modulo per essere ricontattati e ritirare il dispositivo prescelto nella sede di riferimento o riceverlo a domicilio.

Tutte le postazioni sono ricondizionate e preparate alla consegna per un uso in completa sicurezza e nel pieno rispetto della privacy di ciascun utente.

Il costo del servizio varia in base alla durata del prestito scelto dall’utente, che può decidere di prendere un dispositivo per un intervallo che va da qualche giorno fino a 6 mesi rinnovabili, ed è in fase di attivazione anche il prestito a breve termine per fronteggiare la necessità occasionale di un dispositivo informatico.

Per tutte le informazioni necessarie è sempre possibile scrivere all’indirizzo esharing@educatt.org.

L’immagine in apertura è di Firmbee.com.