Casa Fogliani

L’azienda vinicola Paololeo entra nel Progetto Casa Fogliani

Una nuova eccellenza italiana entra nel catalogo solidale di Casa Fogliani. Il progetto sociale ha selezionato i prodotti della Cantina pugliese Paololeo, da alcuni anni interprete di primo piano di alcuni dei vini più famosi e importanti delle terre del Sud, come il Primitivo.

L’azienda Paololeo, fondata nel 1989, è una cantina salentina con sede principale a San Donaci, all’interno del Parco del Negroamaro. Il progetto nato da Paolo Leo e dalla passione per la terra e per il territorio unisce la competenza alla sostenibilità economica, etica e ambientale (certificata Equalitas) per coltivare principalmente vitigni autoctoni del territorio, primi fra tutti Primitivo, Negroamaro, Malvasia Bianca e Nera. Oltre alla cantina di San Donaci e all’azienda agricola, Paololeo possiede anche la cantina di Monteparano, nel cuore della zona di produzione del Primitivo di Manduria.

L’impegno intrapreso dalla famiglia ed il tempo dedicato all’azienda hanno reso possibile l’adozione di idee che rendono la bottiglia di vino non solo un contenitore, ma nella sua interezza un bene che sia sostenibile nei vari componenti, cosa che ha attirato l’attenzione del progetto Casa Fogliani, attento come sempre a prodotti che siano «integralmente buoni».

«Tra passato e futuro siamo in perfetto equilibrio tra tradizione e modernizzazione».

Le Cantine occupano una superficie totale di circa 24.000 mq e sono dotate di un modernissimo impianto di vinificazione, un’ampia bottaia e una moderna linea d’imbottigliamento all’avanguardia in grado di raggiungere 7.000 bottiglie l’ora. Inoltre, all’azienda vinicola si affianca quella agricola che possiede più di 70 ettari e una antichissima masseria del 1500 circondata da vigne.

A disposizione nel catalogo di Casa Fogliani e da subito in carta anche al Ristorante.9 di Milano, entrano nella selezione i varietali rosso e rosé di Primitivo in purezza, lo Chardonnay “Numen”, il Primitivo “Fiore di vigna”, il “Passo del cardinale” e il Rosé “Rosa mora”.

Tra gli altri in evidenza il “Numen“, uno chardonnay di struttura imponente; il Primitivo Fiore di vigna, dal colore rosso granato intenso con bouquet avvolgente e piacevolmente speziato, con sentori di frutta a bacca nera, leggermente appassita, e di ciliegia sotto spirito; il Passo del cardinale, che ha ottenuto i tre bicchieri del Gambero Rosso 2024, un primitivo in purezza con un intenso bouquet di frutti a bacca nera che sfuma in note di liquirizia e caffè; fino al Rosa mora, un Rosé da Malvasia nera, da viti di 40-60 anni, dal caratteristico colore rosato salentino, con una brillantezza e luminosità uniche e un sapore sorprendente con sentori di erbe aromatiche mediterranee.

L’idea che ha guidato Casa Fogliani a scegliere i prodotti di Paololeo è quella che accomuna tutti i produttori selezionati da Casa Fogliani: offrire prodotti di qualità e valorizzare le eccellenze locali, per il rispetto della materia prima e della sua storia.

Casa Fogliani è un’officina creativa che seguendo i propri obiettivi e la propria vocazione sociale, ha dato vita a un progetto di sostegno per studenti dell’Università Cattolica: Casa Fogliani ha infatti l’obiettivo di sostenere, tramite il ricavato delle proprie iniziative, studenti in condizioni di estremo bisogno, ai quali vengono offerti assistenza economica, medica, linguistica e tutto ciò che serve per una vera inclusione.

Come per le altre collaborazioni già attive, i prodotti saranno disponibili sul sito web del progetto, nel Charity Shop nel Container.9 in via Lanzone 24 a Milano e al Ristorante.9 Casa Fogliani.

Simone Biundo

Simone Biundo (Genova, 1990) è insegnante di lettere a Genova in una Scuola secondaria, è editor della rivista «VP Plus», è ricercatore indipendente di storia dell’editoria e della letteratura. Ha pubblicato poesie su «Neutopia», «Margutte», «Poesia del nostro tempo» e «Nuovi Argomenti». Per Interno Poesia è uscito il suo primo libro di poesie, "Le anime elementari" (2020). Con il poeta Damiano Sinfonico, l’attrice e linguista Sara Sorrentino cura la rassegna di poesia contemporanea , poet. – alla libreria Falso Demetrio. Qui in EDUCatt collabora come ghostwriter, SMM e content manager.