Il benessere è anche psicologico: il sostegno nell’emergenza

L’attenzione al benessere psicologico dello studente in un tempo sospeso in cui deve riorganizzare il percorso e ripensare il futuro, spesso lontano dal proprio Ateneo o, peggio ancora, dalla propria famiglia.

Scegliere di intraprendere un percorso universitario significa assumersi la responsabilità di un impegno prolungato nel tempo che richiede capacità organizzative e spirito di adattamento, nonché perseveranza nello studio e nel raggiungimento degli obiettivi: ogni studente che varca le soglie dell’Università lo fa con la sua personalità, la sua storia e il suo bagaglio di esperienze, ma ciò che accumuna tutti è un continuo lavoro di motivazione personale per costruire il proprio profilo professionale, culturale e umano.

In mesi in cui l’imprevedibile è tornato a fare parte del mondo mettendo in discussione una delle convinzioni più radicate della società contemporanea, quella per cui tutto può e deve essere previsto, tutti abbiamo dovuto ridefinire le priorità, costruire nuovi equilibri familiari, prenderci cura di noi stessi e degli altri e, nel peggiore dei casi, accedere al lutto e alla sua elaborazione.

Anche gli studenti hanno dovuto far fronte a una riorganizzazione dei loro progetti, ripensando il futuro in un avvenire incerto, spesso lontani dall’università o, peggio ancora, dalle proprie famiglie in città estranee e svuotate, adattandosi a nuove didattiche da remoto, arrendendosi a proclamazioni online e festeggiamenti virtuali per i meritati successi. Poiché situazioni inaspettate scatenano reazioni inaspettate, al fianco delle tante tutele a favore della salute fisica è necessario prestare attenzione anche alla cura dell’equilibrio psichico: da qui l’azione di molti enti per il diritto allo studio universitario che hanno avviato nuovi servizi di consulenza psicologica o hanno ampliato i loro servizi di counseling già esistenti con l’obiettivo di prevenire situazioni di isolamento e di dare ascolto alle insicurezze e ai disagi di questo inaspettato momento storico. Così in Emilia Romagna il servizio di counseling ER.GO viene erogato attraverso la piattaforma Skype, il Centro CUORI. (Centro di Orientamento e Consulenza psicologica) di ESU Venezia propone attività di consulenza psicologica da remoto, mentre la Fondazione di Catanzaro Università Magna Graecia, oltre al potenziamento del servizio di consulenza psicologica, ha creato “Assistenza Psycovid”, spazio di ascolto e sostegno dedicato al personale sanitario che svolge la propria attività a stretto contatto con i pazienti affetti da Covid-19, mentre il progetto #Tisonovicino di EDISU Piemonte è uno sportello di supporto per gli studenti in residenza nato proprio in questa particolare contingenza.

Sportello Consulenza psicologica: EDUCatt nell’emergenza Covid-19

A sostegno del benessere psicologico e a prevenzione del disagio psichico anche EDUCatt ha ampliato il servizio di consulenza psicologica, che di norma accompagna gli studenti che ne avvertissero la necessità attraverso colloqui condotti secondo il metodo della consulenza collaborativa, rivolgendo agli studenti di tutte le sedi l’offerta di uno sportello di ascolto gratuito gestito da remoto dai professionisti dello staff con appuntamenti via mail. Come emerso dal Report d’impatto pubblicato dalla Fondazione nel 2019, il servizio di consulenza psicologica contribuisce a migliorare le condizioni complessive di benessere psichico dello studente, a rafforzare le capacità relazionali sia nell’ambiente universitario che in quello familiare, generando un beneficio sul rendimento accademico: a fronte di tali considerazioni, e davanti alle difficoltà causate dall’epidemia, la scelta consapevole è stata quella di non privare gli studenti della possibilità di trovare ascolto in «luoghi speciali dove poter raccontare sogni, fantasie o paure irrazionali, aspetti intimi che non sempre sono condivisibili con le persone con cui si vive la quotidianità», come ha di recente spiegato Marco Farina, psicologo responsabile del servizio di Consulenza Psicologica per la sede di Brescia.

Non sapersi soli in questo tempo sospeso, ma anzi, potersi dire ascoltati nella difficoltà è una consolazione che tutti dovrebbero avere e concretizza l’attenzione alla persona sui cui si basa l’etica della nostra Fondazione.

***

Accedere allo sportello di consulenza psicologica EDUCatt

Lo Sportello può essere contattato scrivendo una mail all’indirizzo ascolto@educatt.org (preferenzialmente utilizzando la mail @icatt.it) e indicando nome, cognome, matricola, sede universitaria di appartenenza, numero di telefono, domicilio attuale e motivo della chiamata.

I referenti del servizio provvederanno a ricontattare l’interessato per fissare un incontro virtuale via Skype o Zoom con lo psicologo di riferimento.
Il servizio è gratuito ed è riservato agli studenti dell’Università Cattolica. L’offerta non sostituisce quella degli eventuali percorsi personali già attivi presso il Servizio di Consulenza, che riprenderanno al termine dell’emergenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *