Collegi: (ri)entrare in sicurezza nel nuovo anno

Nel fare ritorno alla propria “seconda casa”, i collegiali vengono invitati a rispettare le misure di sicurezza e a compilare la documentazione necessaria per la ripresa delle attività di vita comune, ancor più tutelata da ulteriori strumenti di prevenzione.

Con l’inizio del nuovo anno si stanno riaprendo anche le porte delle residenze dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, per accogliere i ragazzi e le ragazze che, dopo i giorni festivi trascorsi in famiglia, sono pronti a fare ritorno nelle loro “seconde case”.

I Collegi vogliono accogliere l’intera comunità collegiale a braccia aperte, fermo restando il rispetto delle prescrizioni e delle regole previste all’interno delle Residenze e del vademecum, buone norme atte a fronteggiare con responsabilità e buon senso l’emergenza causata dalla pandemia, da osservare scrupolosamente per minimizzare i rischi di contagio. Le Direzioni e la Fondazione EDUCatt, nell’intento di proseguire il percorso per garantire una permanenza in totale sicurezza nelle strutture collegiali dell’Università, ricordano che, al momento del check-in in Collegio, sarà importante compilare con attenzione il Modulo per l’accesso e la permanenza presso il collegio/residenza universitaria e, entro le 48 ore successive all’ingresso, inviare l’Attestazione sullo stato di salute in relazione alla pandemia COVID-19.

Riprendendo le parole del direttore di EDUCatt Angelo Giornelli dagli auguri rivolti alla comunità collegiale, è fondamentale avere a cuore la tutela della propria salute e di quella delle persone che si hanno accanto in Collegio, provvedendo, se se ne ha la possibilità, «a eseguire un tampone prima di farvi rientro e ad aver cura di effettuare il viaggio nella massima sicurezza, evitando il più possibile contatti stretti con altre persone».

Nel prevedere una ripresa della vita collegiale e nell’anticipare l’avvio nei prossimi mesi di un’attività di screening e monitoraggio rivolta agli ospiti delle strutture residenziali (in fase di strutturazione), la Fondazione e le Direzioni confidano nell’assennatezza dei ragazzi e delle ragazze che torneranno nelle residenze, «fiduciosi che si tratterà di un ulteriore, valido strumento per tutelare la sicurezza dei nostri studenti nei Collegi».

Per maggiori informazioni e per aggiornamenti in tempo reale si rimanda all’area web dedicata ai Collegi In Campus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *