Agostini Semper, la réunion annuale degli agostini di tutte le età torna in presenza nel centenario dell’Ateneo

Gli Alumni del collegio Augustinianum si ritrovano nella tradizionale assemblea annuale, un evento pubblico che riporta in Università gli studenti di tutte le età. Nel 2021 vengono conferiti numerosi premi, tra cui quelli ad Agostino dell’anno a Celso Brunetti, direttore del settore Systemic Financial Institutions and Markets nel Board of Governors della FED, la banca nazionale USA, e a Pietro Toigo, rappresentante in Angola, Sao Tome e Principe del Banco africano di sviluppo.

Si svolge sabato 13 novembre, di nuovo in presenza dopo un anno di interruzione, la venticinquesima Assemblea degli Agostini Semper, l’Associazione che riunisce gli studenti del Collegio Augustinianum di tutte le età. L’evento, aperto al pubblico, consente ad alumni e studenti di incontrarsi in una giornata di festa che permette lo scambio di esperienze tra generazioni diverse e di rivivere l’atmosfera dei chiostri. L’Assemblea, durante la quale si approva tradizionalmente il Bilancio annuale e quest’anno si rinnovano le cariche dell’Associazione, celebra il merito in Collegio con il conferimento di numerosi premi, tra cui quello di Agostino dell’anno, assegnato ad alumni che si siano particolarmente distinti in campo sociale, pubblico o professionale. I premiati di quest’anno, che vanno a far compagnia ad agostini illustri come, tra gli altri, Stefano Zamagni (agostino dell’anno 2019), Luciano Ghelfi (2016), Giovanni Maria Flick (2015), Mario Mauro (2014), Tiziano Treu (2005), Luciano Corradini (2004), Alfonso Sabella (2002) e Romano Prodi (1999), sono Celso Brunetti, direttore del settore Systemic Financial Institutions and Markets nel Board of Governors of the Federal Reserve System (FED), la banca nazionale USA, e Pietro Toigo, Country Manager for the African Development Bank (AFDB) in Angola, Sao Tome e Principe, rispettivamente Agostino dell’anno 2020 e 2021.

Il programma della giornata prevede anche, dopo i saluti istituzionali, l’intervento di Luciano Ghelfi, giornalista parlamentare RAI, su Democrazia e informazione al tempo delle fake news, ad aprire il Ciclo di incontri di approfondimento dell’Augustinianum, incentrato quest’anno sul governo dei processi decisionali complessi.

Durante la mattinata vengono inoltre conferiti i premi “Laureato dell’anno”, ai laureati maggiormente meritevoli, e quelli in memoria del prof. Agostino Fusconi e dell’avv. Paolo Persia, destinati a studenti del Collegio che si siano particolarmente distinti, oltre ai Premi intitolati al prof. Francesco Realmonte, messo a disposizione dall’Associazione F. Realmonte onlus, e a Umberto Pototsching, primo direttore laico e generoso benefattore del Collegio. 

L’incontro riserva uno spazio anche alla memoria, con il ricordo degli agostini scomparsi; quest’anno in particolare viene ricordato il magistrato Pierfrancesco Casula, in onore e memoria del quale gli amici hanno elaborato una pubblicazione, curata da EDUCatt, che testimonia l’impegno di Casula per la giustizia e trasmette la sua lezione sulla figura del magistrato e del magistrato cattolico (Pierfrancesco Casula, una vita per la giustizia, a cura di M. Garbellini e P. Mastrangelo, con interventi di R. Prodi, F. Totaro, G. Floridia, P. Magno, P. Schiera, F. Tonucci, F. Iacono, F. Cortese, G.M. Flick, S. Mannino, S. Zamagni, E. Balboni, M. Romano, G. Lizzeri, isbn 788893358811, edizione cartacea 12 euro).

A chiusura dell’evento come sempre la Santa Messa nella cappella dell’Università Cattolica e un momento conviviale in Collegio.

Come ogni anno, l’assemblea si estende anche alla sera precedente, con la cena sociale in Ristorante.9, in collaborazione con il brand solidale Casa Fogliani e un concerto Jazz offerto dagli agostini degli anni ’80 con le performances degli artisti Claudio Tuma (chitarra) e Letizia Brugnoli (voce).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *