La frutta dell’estate: l’anguria

Con il grande caldo torna anche la voglia di gustare frutta estiva: l’anguria, in particolare, è un frutto ideale perché ricco di acqua e con un elevato potere saziante e depurativo.

Gustata al naturale (durante o  lontano dal pasto) o in preparazioni casalinghe come, sorbetto o ghiacciolo, l’anguria può essere vantaggiosa: su 100 grammi di questo frutto,  95.3 g sono rappresentati da acqua, 3.7 gr di carboidrati (zuccheri), 0.2 gr di fibre, con uno scarso contenuto di grassi e proteine, per un totale di 16 Kcal/100 gr di parte edibile. Si tratta insomma di un frutto ipocalorico. Con l’anguria (per 100 gr) si assumono inoltre 280 mg di potassio, 0,2 mg di ferro, 37 mg di vitamina A e 8 mg di vitamina C.

Questo  frutto  presenta inoltre altre caratteristiche come l’elevato potere saziante (grazie all’elevato contenuto di acqua), aspetto che può tornare utile per coloro che seguono diete ipocaloriche (perché non vogliono o debbono ingrassare), aumentando il senso di sazietà.

Mangiando anche solo pochi pezzi di anguria, oltre al senso di sazietà, aumenta la diuresi (con funzione depurativa); sempre per il suo contenuto di acqua, è un frutto da consigliare anche per ridurre il rischio di disidratazione, indicazione valida  soprattutto per anziani e sportivi, oppure, più in generale, in casi di sudorazione eccessiva a causa di un clima molto caldo.

Contiene  inoltre molte sostanze benefiche. Il suo colore rosso  è dovuto all’elevato contenuto  di due fitocomposti ad azione antiossidante (come licopene e antocianine). La vitamina C inoltre favorisce l’assorbimento di ferro e contribuisce alla normale formazione di collagene utile per la salute delle ossa, cartilagini, denti e gengive e pelle.

La ricchezza di vitamine e sali minerali ne fa quindi un buon rimedio naturale contro la stanchezza, l’affaticamento fisico e lo stress.   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.