L'altra sostenibilità

Sostenibilità è (anche) accoglienza

Nell’imaginario comune, il temine “sostenibilità” viene spesso esclusivamente associato all’ambito ambientale: la raccolta differenziata dei rifiuti, un uso coscienzioso delle risorse idriche ed energetiche, “spegni la luce quando esci da una stanza”, chi almeno una volta nella vita, o anche più di una, non ha sentito rivolgersi queste parole dai propri genitori? Tuttavia, la sostenibilità può essere declinata in vari modi, si può infatti parlare di una mobilità sostenibile, di una economia sostenibile, di una sostenibilità sociale ed educativa.  

Dal punto di vista sociale ed educativo, il tema sostenibilità si può vedere ben declinato nel Progetto di sostegno cui ha dato vita Casa Fogliani, il marchio creato da EDUCatt per sostenere (tra molto altro), con la vendita di prodotti di qualità e altre iniziative, studenti in condizioni di estrema necessità.
Il Progetto ha come scopo quello di supportare il loro percorso di studi, fornendo loro assistenza di carattere economico, medico, linguistico e tutto ciò che serve per una vera accoglienza.

L’ultima iniziativa in ordine di tempo, all’interno dell’«Officina creativa» che presiede al progetto, è quella degli Apericena Letterari”, una idea nata grazie alla collaborazione tra Casa Fogliani, Ristorante9 e il Laboratorio di Editoria dell’Università Cattolica di Milano: un ciclo di appuntamenti in cui la degustazione di vini accuratamente selezionati e di piatti ideati dallo chef Andrea Dell’Edera è accompagnata di volta in volta dalla lettura di alcuni brani su temi che vanno dalla letteratura al cinema, ispirati dalle pubblicazioni del Laboratorio di Editoria.
I ricavi delle serate, che intendono diffondere l’iniziativa a un pubblico di affezionati frequentatori o di curiosi, vengono reinvestiti per il sostegno degli studenti che fanno parte del progetto.
Sempre con la finalità di supporto verso gli studenti più bisognosi, EDUCatt, come ogni anno, ha rinnovato anche nel 2024 l’appuntamento primaverile del Salottino del libro usato, in concomitanza con il Salone del libro di Torino. Tra il 6 e il 10 maggio, nel Cortile di Santa Teresa della sede monumentale dell’Università Cattolica, è stato allestito un banchetto di libri recuperati, alienati dagli inventari, donati da librerie, editori, agenzie letterarie. Più di 4 mila volumi distribuiti a 1 euro insieme a riviste nazionali, internazionali, audiolibri e da quest’anno anche dischi in vinile. Attraverso iniziative come queste Casa Fogliani è riuscita a mettere in atto interventi di accoglienza e solidarietà. Un modo diverso di intendere (e fare) sostenibilità.

Promuovere e sostenere l’educazione e la formazione degli individui, significa infatti costruire uno stile di vita orientato alla salvaguardia dell’umanità, del pianeta, in una parola della Casa Comune. Nell’ Enciclica Laudato si’ papa Francesco invita ad abbandonare un modello di sviluppo incentrato sullo sfruttamento delle persone e delle risorse, la cosiddetta “cultura dello scarto”, mettendo invece al centro l’essere umano nella sua interezza e non considerato come “un bene di consumo che si può usare e poi gettare”.