In EDUCatt

Fare e progettare in chiave inclusiva

Partendo dai bisogni della comunità universitaria, il supporto della Fondazione al progetto educativo d’Ateneo passa attraverso una sempre maggiore accessibilità di risorse e servizi.

Per una cultura condivisa attenta alla diversità e in grado di accogliere gli studenti con bisogni speciali, EDUCatt porta avanti il suo impegno a creare risorse e servizi sempre più accessibili.

La Fondazione ha infatti intrapreso un percorso che mira anche a supportare la costante crescita delle iscrizioni di studenti con disabilità e DSA all’Università Cattolica, oltre che un accesso il più ampio possibile ai servizi, attraverso la riprogettazione dell’offerta e l’impostazione delle azioni in chiave sempre più inclusiva, sposando un approccio più attento ai bisogni che alle limitazioni degli studenti.

Da anni EDUCatt sta lavorando in questa direzione a partire dalle sue pubblicazioni, che rispondono ai requisiti del progetto per il libro italiano accessibile e che presto saranno disponibili anche in versione audio. Anche i bandi di concorso per avere accesso alle borse di studio sono fruibili in più formati elettronici e sono ad oggi in fase di riprogettazione per aumentarne la fruibilità.
A ciò si affianca un intenso lavoro sui contenuti online che vengono redatti avendone cura l’accessibilità.
È uno sforzo che parte anche dalla sensibilizzazione degli operatori e di coloro che generano e gestiscono i contenuti: tra le iniziative rivolte in particolare ai lavoratori nel 2023 riprende il percorso di informazione sull’accessibilità con un nuovo incontro per fare il punto sulle iniziative in corso, con l’intervento del professor Luigi D’Alonzo, Ordinario di Pedagogia speciale dell’Università Cattolica e Delegato del Rettore per l’integrazione degli studenti con disabilità e con DSA. Lo scopo è quello di agire in supporto al progetto educativo dell’Università Cattolica, il cui impegno è sempre più orientato a promuovere l’accoglienza e l’inclusione della diversità attraverso azioni come l’introduzione della piattaforma Ally che mette a disposizione degli studenti formati alternativi dei materiali caricati dai docenti su Blackboard.

I lavoratori interessati a partecipare all’incontro, che si tiene il 4 aprile in modalità online, possono richiedere l’accesso a comunicazione@educatt.org.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *