La graduale riapertura dei servizi in presenza nelle sedi EDUCatt

Le attività della Fondazione, reinventate e potenziate in modalità telematica, vedono parziali riaperture dei servizi in presenza, sempre nel totale rispetto delle normative vigenti e nella consapevolezza di quanto si può e si deve fare per garantirne il corretto funzionamento.

La necessaria sospensione di tutte le attività causata dall’emergenza sanitaria da Covid-19 ha tenuto chiuse le porte del Container.9 in via Necchi 9 (a Milano) dalla fine dello scorso febbraio, e ha fatto sì che tutti i servizi di vendita dispense, deposito, vendita e rimborsi per i libri usati andassero incontro a uno stop forzato, anche se non sono mancate le modalità tramite le quali è stato possibile far arrivare i libri a chi ne avesse bisogno, sia attraverso l’Area Materiali che ha messo a disposizione degli studenti i materiali a circolazione interna, sia tramite servizi gratuiti di supporto per il prestito di libri cartacei e risorse in digitale (come nel caso dell’eCollege Book Delivery). Accanto alle alternative telematiche, gli sportelli del Container (e le attività raccontate da Erika Procopio e Santo Pagano nella videointervista per EDUCatt EPeople dedicata al lavorare tra i libri) sono ora aperti al pubblico: dallo scorso 3 luglio i servizi di distribuzione libraria sono tornati disponibili in presenza nelle giornate di martedì e venerdì, dalle ore 11 alle ore 13 e dalle ore 13.30 alle ore 15.30; sono inoltre attive nuove modalità per la restituzione dei libri in prestito (in relazione ai quali sono state attivate automaticamente delle proroghe per i prestiti in scadenza e per i depositi dei libri usati), accanto al prestito bibliotecario intersede dei volumi adottati nei corsi universitari dell’ateneo e in deposito presso EDUCatt, attivo dallo scorso 3 giugno.

La riapertura parziale delle attività di distribuzione libraria si affianca a quelle dei servizi EDUCatt che stanno progressivamente riattivando le loro funzioni in presenza, nel rispetto delle nuove norme necessarie per garantire la sicurezza di chiunque e con la consapevolezza di dover rimandare la ripresa di alcune attività, che mantengono, dove possibile, una forma potenziata telematica. Perciò, se i Collegi di tutte le sedi dell’Università Cattolica del Sacro Cuore – con l’introduzione del nuovo vademecum di buoni comportamenti stilato negli scorsi mesi e valido anche per chi deciderà di fare ritorno in struttura – restano aperti esclusivamente agli ospiti interni e le foresterie non accettano prenotazioni, i servizi di ristorazione sono funzionanti esclusivamente per la comunità universitaria e richiedono l’assoluto rispetto delle disposizioni delle autorità e della Fondazione (in particolare il mantenimento della distanza di sicurezza, la misurazione della temperatura corporea, l’obbligo di indossare la mascherina prima e dopo la fruizione del pasto, l’osservanza delle regole e dei comportamenti igienici previsti e l’utilizzo dei percorsi di ingresso e uscita segnalati). Il Centro Sanitario delle sedi di Roma e Brescia rimane chiuso, ma è attivo un servizio di consultazione telefonica reindirizzata al Centro delle sedi di Milano e di Piacenza (al momento esclusivamente per gli ospiti dei Collegi e per la Medicina del lavoro); allo stesso modo è possibile raggiungere il Servizio Agevolazioni economiche, che è disponibile anche tramite e-mail o con l’apertura di un ticket. A rimanere ancora momentaneamente sospesi sono tutte le attività relative allo sport (e che interessano in particolare il Servizio Sportincampus di Roma e di Piacenza), i servizi normalmente disponibili al Polo Studenti, i locker Amazon e il Casa Fogliani Shop della sede di Milano.

È evidente a tutti quanto sia complicato il ritorno alla normalità e quanto ancora ci sia da fare; la Fondazione per il Diritto allo Studio Universitario ce la sta mettendo tutta, con la speranza che ben presto si possa tornare al regolare funzionamento dei servizi, ma con la consapevolezza di quanto siano importanti e ormai fondamentali le modalità telematiche potenziate e inaspettatamente testate durante il lockdown.

Per maggiori informazioni e aggiornamenti in tempo reale sul funzionamento dei servizi EDUCatt in occasione della crisi sanitaria legata al coronavirus: https://educatt.unicatt.it/educatt-2889.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *