Collegio San Luca-Armida Barelli: grandi novità per le studentesse ospiti

Adattamento e miglioramento: il Collegio San Luca-Armida Barelli, ora su due nuove sedi, offre alle sue ospiti alloggio e anche il vitto grazie a FOOD360, l’innovativo sistema sostenibile di Elior che offre alle ragazze pasti di qualità a portata di app.

Elena Ferrante, nel suo Storia di chi fugge e di chi resta, prosegue a raccontare le vite di Elena e Lila, le due amiche protagoniste della quadrilogia bestseller L’amica geniale; nel descriverle ormai non più bambine l’autrice le racconta mature, e ciò consiste «nell’accettare la piega che aveva preso l’esistenza senza agitarsi troppo, tracciare un solco tra prassi quotidiana e acquisizioni teoriche, imparare a vedersi, a conoscersi, in attesa di grandi cambiamenti».

La loro storia non è stata ancora raccontata in un libro – anche se in realtà è fresco di stampa Tempo di scelte. Università, Relazioni, Spiritualità, una pubblicazione EDUCatt che parla anche di loro –, ma anche le studentesse del Collegio romano San Luca-Armida Barelli hanno avuto modo di dimostrare nei difficili mesi passati una maturità e una capacità di adattamento non indifferenti. Dopo aver accettato la “sfida” che la pandemia ha imposto loro, e dopo quindi aver lasciato l’Ala Q del Policlinico Gemelli per riservarla al personale ospedaliero in prima linea durante l’emergenza sanitaria, le collegiali della sede di Roma sono pronte a riprendere la vita in comunità, pur con una normalità diversa dal solito e con la consapevolezza che il rientro nella loro «seconda casa» ha un’ulteriore sfumatura di novità.

Il Collegio San Luca-Armida Barelli infatti nei mesi autunnali è andato incontro a un importante cambio di struttura: presa la decisione di mantenere a uso esclusivo del personale sanitario l’Ala Q del Policlinico Gemelli, il Collegio ora dimostra ancora una volta la resilienza che ha sempre fatto parte del suo DNA spostandosi su due sedi, l’Istituto Adorazione del Sacro Cuore (in via della Pineta Sacchetti 231) e il Collegio Renzi (in via Augusto Tebaldi 24), una Residenza In Città maschile che è ora in attesa di accogliere una ventina di studentesse in fase di assegnazione dopo il CollegeCamp romano. Per le ospiti del Collegio San Luca-Armida Barelli è in serbo poi un’altra novità: per la prima volta, all’intero panorama delle strutture residenziali della sede romana della Cattolica, oltre all’alloggio alle ospiti è riservato anche il servizio di vitto, gestito da EDUCatt insieme a Elior.

Le studentesse avranno infatti la possibilità di fruire i propri pasti in residenza tramite FOOD360, il nuovo concept di Elior innovativo, semplice e veloce. All’interno dell’Istituto Adorazione del Sacro Cuore sono state infatti predisposte delle vetrine refrigerate a scomparti, uno per ogni ospite. Tramite l’app JoyFood le ospiti potranno prenotare la propria cena (e il pranzo nei giorni di sabato e domenica) scegliendo tra menù specifici selezionati per quel giorno; il piatto scelto sarà disponibile all’interno del proprio scomparto (che si apre tramite Elior Card) in un pratico packaging monouso completo di tutti gli accessori. Una soluzione innovativa e contemporanea, che azzera le perdite di tempo e gli sprechi, in un’ottica di sostenibilità e sicurezza.

Per maggiori informazioni:
https://www.elior.it/it
https://www.elior.it/it/ristorazione/micro-ristorazione/food360

[Grazie in particolare a Rita Lucia Montrone per la collaborazione alla stesura di questo articolo; la foto è di Andrea Aschedamini – differentphotography per EDUCatt.]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *